10 curiosità sul Bingo che non conoscevi

Il punto di forza del Bingo è la sua assoluta semplicità. Il gioco è molto divertente, perché non sai mai cosa può succedere e l’attesa della chiamata del tuo numero, per poi vederlo effettivamente estratto, fa crescere l’entusiasmo.

Non è un caso se il Bingo e le sue varianti hanno attecchito in ogni angolo del mondo. Questo nonostante il gioco in sé non sia dei più moderni; tuttavia, una serie di innovazioni tecnologiche che hanno portato, ad esempio, alla nascita del Bingo online ha permesso a questo passatempo di attraversare i secoli senza dare segni di cedimento.

Oggi dunque vogliamo rendere omaggio al gioco del Bingo, raccontandovi le 10 curiosità che probabilmente non conoscevate.

 

Bingo

 

1) Il Bingo come e più del calcio

Ebbene sì. Nel Regno Unito, ogni anno la spesa per l’acquisto delle cartelle del bingo supera persino quella dei biglietti per le partite di calcio. E dire che la Premier League è uno dei campionati più belli e avvincenti del mondo!

Eppure, per quanto Liverpool, Manchester United, Manchester City e Chelsea siano squadroni in grado di vincere trofei nazionali e internazionali, nulla può battere una bella serata passata a giocare al Bingo con gli amici.

2) Il Bingo si chiamava beano

Ne abbiamo già parlato raccontando la storia del Bingo, ma vale la pena sottolineare come inizialmente il gioco si chiamava beano, perché venivano utilizzati i fagioli (da “bean”, fagiolo in inglese) per coprire i numeri sulle cartelle.

A trasformare il nome da beano a Bingo, secondo la leggenda, sarebbe stato il costruttore di giocattoli Edwin S. Lowe, che durante una partita avrebbe sentito esclamare “Bingo!” al posto di “beano!”: il nome gli sarebbe talmente piaciuto da convincerlo ad utilizzarlo da lì in poi.

3) Bingo, che passione!

Secondo alcune ricerche, ben il 48% degli appassionati di Bingo si concede almeno una partita al giorno. In alcuni Paesi le sale Bingo sono quasi come i bar: se ne possono trovare praticamente in qualsiasi angolo.

In altri, ci pensa il Bingo online a garantire agli amanti del gioco la possibilità di divertirsi quotidianamente. Ad esempio, il Bingo di Gioco Digitale mette a disposizione ben 6 sale diverse, ciascuna con i propri premi e le proprie caratteristiche.

4) Il Bingo mantiene giovani

Qual è l’età media del giocatore di Bingo? Se state pensando ad una cifra superiore ai 50, o magari ai 60, sappiate che vi sbagliate di grosso.

In media, il giocatore di Bingo ha meno di 35 anni. Eh sì, questo gioco piace molto anche tra i più giovani.

5) Lo abbiamo inventato noi!

No, non noi di Gioco Digitale: non siamo mica così presuntuosi!

Il Bingo è stato inventato in Italia nel 1530 e deriva da Lo Gioco del Lotto d’Italia, una lotteria che si tiene ancora oggi. In Italia le sale Bingo sono andate per la maggiore fino agli inizi del nuovo millennio, mentre oggi si gioca molto di più online.

 

Bingo online Scozia

 

6) Gli scozzesi lo adorano

Prima abbiamo detto che nel Regno Unito le cartelle del Bingo si vendono più che i biglietti delle partite di Premier League. Ma l’UK non è fatto soltanto dall’Inghilterra, anzi: è la Scozia ad avere la passione più viva per il Bingo.

Ben 1 scozzese su 5, infatti, gioca al Bingo. Se confrontiamo questo dato con il sud dell’Inghilterra, dove invece il rapporto è di 1 su 20, capiamo quanto la Scozia ci tenga a questo passatempo!

7) Quando dura una partita di bingo?

Rispondere a questa domanda è difficile: diciamo che dipende.

Nel Bingo online, le partite possono durare molto poco, visto che il sistema è automatizzato e non ci sono tempi morti.

Una classica partita di Bingo dal vivo, invece, può durare dai 3 ai 6 minuti. Questo perché in media vengono chiamati circa 23 numeri al minuto.

8) Il Bingo… educativo

Oggi conosciamo il Bingo come un gioco adatto a tutti, da fare anche in famiglia magari al termine della cena di Natale.

Ma il Bingo nel 1800 veniva utilizzato nelle scuole tedesche anche a scopi educativi, come ad esempio per imparare le tabelline.

9) È un ottimo anti-stress

Molte attività ricreative condividono con il Bingo una caratteristica molto importante: aiutano ad alleviare lo stress.

Giocare, infatti, libera endorfine, cioè sostanze chimiche prodotte dal cervello responsabili della sensazione di benessere.

10) In Australia si grida ‘Housie!’

Ebbene sì, dall’altra parte del mondo se doveste trovarvi in una sala da gioco a gridare “Bingo!”, tutti vi guarderebbero con aria interrogativa.

In Australia, infatti, quando un giocatore completa la propria cartella esclama “Housie!”.

È proprio vero: Paese che vai, usanza che trovi!

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons