Arte e Bingo, che duetto…

Che cosa accadrebbe se il Bingo non fosse un gioco di sola fortuna, ma necessitasse invece di abilità tecniche o addirittura artistiche per poter essere padroneggiato al meglio? Se lo devono essere chiesti su Gioco Digitale quando hanno creato l’impensabile: una promozione che unisce il divertimento del Bingo e la passione per la letteratura. Stiamo parlando di Bingo d’Artista: controlli i numeri sulle tue cartelle e nel frattempo svolgi con poche parole una semplice traccia estrapolando tutta la tua creatività. Poi una giuria legge tutto ciò che è stato partorito ed eroga un bonus da 10€ a tutti i vincitori. Ma come sarà andata questa prima settimana di bingoletteratura?

 

“Mi piacerebbe creare un’app che…”

poeta

Si parte subito con una traccia d’alto ingegno. In fondo, chi non ha mai sognato di essere utile al mondo? Blueshark86 interpreta nel modo più poetico l’artisticità evocata dal titolo della promo e ci racconta che la sua app dovrebbe “riavvolgere il nastro della vita, restituirle le risate da bambino e le carezze della madre, l’odore del pane fatto in casa e il rumore di foglie che danzavano al vento“. Marcel Proust ha messo il cuoricino.

La butta sull’ingegno puffa888, la cui app dovrebbe “individuare i propri sosia sparsi in giro per il mondo“. Utile, soprattutto quando non si hanno i soldi per un buon avvocato.

Di tenore molto più filosofico l’app di loifus, che avrebbe l’unico compito di ricordarci “che siamo esseri assolutamente unici, esattamente come tutti gli altri“.

In quanto a utilità, spicca l’idea di saraceno1: la sua app si propone di “rincuorare gli uomini che hanno il raffreddore, rassicurandoli che non stanno per morire“. Ne ordiniamo una dozzina, grazie.

Infine, fra le oltre cento tracce arrivate, non poteva mancare quella sulla suocera. Ce la scrive sfortuna92, che ha ideato un’app eccezionale: “silenzierà mia suocera quando porto il figlio a fare shopping“. Pare che Google ci abbia già fatto un pensierino.

 

“La persona migliore è quella che…”

Un po’ tutti amano passare il giovedì sera giocando a Bingo e filosofeggiando in allegria. Lo confermano le decine e decine di frasi arrivate, fra cui spicca battito, il quale assegna la palma di persona migliore a colui che “condivide con te anche l’ultimo poco di nutella rimasta“.

Cristasc la butta più sul pragmatico: la persona migliore è “quella che ti fa la delega del conto corrente“. In effetti: più soldi, più nutella.

Framattana si accontenta della persona “che non ti rivolge la parola fino alle 10“. Sono massime perlopiù domenicali, ma di altissimo valore culturale.

Sbanca il premio fruitjio, che ci regala non solo una frase ma un’intera lezione di vita: “La persona migliore è quella che non si sente superiore alle altre. In poche parole, la persona migliore sono io“. Chapeau l’artiste!

 

“Nel Bingo, l’importante è…”

resiliente

I cattivelli di Gioco Digitale hanno nascosto questa chicca già all’inizio. Perché non chiedere direttamente agli utenti qual è il segreto del loro successo? Ciclipoff ci racconta che l’importante è “vincere con arroganza“.

Perle di saggezza come se piovesse anche da h3ctormd: “l’importante è urlare ambo al primo numero!“. Tutti noi abbiamo uno zio che ci ammorba ogni anno con questa fatality.

Di ispirazione familiare pure la frase di fuoriditesta81, che ci ricorda come nel Bingo sia importante “giocare con moderazione. Non come mia nonna che quando non esce il numero vincente lancia quello che ha in mano distruggendo casa“.

La ricetta vincente però è quella di miticobiondo: “Nel Bingo l’importante è avere un grande c…uore. Senza la grandezza di quest’organo fondamentale del corpo umano non si va da nessuna parte“. Prendete nota se volete essere qualcuno.

 

“Domani prenoto un viaggio per…”

La cattiveria di Gioco Digitale raggiunge livelli addirittura leggendari quando impone fantastici viaggi a vacanze invernali appena concluse. Fra i vari anatemi ricevuti, spicca il consiglio di h3ctormd, che si contenta di “un viaggio per sola ambata“.

Wolfpower si accontenta molto meno: pretende di tornare “nel 1994 a Pasadena e prima della finale dei mondiali andare da Baggio a suggerirgli ‘Robbe’, mira basso”. Se non ci avesse pensato così tardivamente saremmo noi i pentacampioni.

Jessvale la butta sul drammatico e punta alla ridente località di Gioia Tauro, “così anche io potrò dire di aver visto una gioia“.

Gettonatissimi i viaggi su altri pianeti, con chiccaaa85 che mira al favoloso mondo “dove finiscono accendini e calzini scomparsi“, mentre mankafa74 ci informa che c’è un pianeta “su cui si mangia senza ingrassare“. Coordinate, please, altrimenti non illudiamo chi lavora.

Vince tutto principello1: “Domani prenoto un viaggio per una cliente“. È un agente di viaggi, sapete?

“Il mio personaggio storico preferito è…”

Dalla geografia alla storia in un fiato, ma gli utenti non si fanno trovare impreparati, anche se ermyandme è rimasta all’ora precedente e ci tesse le lodi di “Cristoforo Colombo, senza il quale non avrei potuto fare il mio viaggio di nozze in Messico“. Tutto è bene quel che finisce bene.

Prosegue la saga delle suocere grazie a vicio1111, che fra i personaggi storici sceglie il padre di sua moglie: “Non sarà ancora ‘storico’, ma di sicuro lo faranno santo“.

In attesa della canonizzazione, noi abbiamo già scelto il nostro vincitore. È miticarossa, che ci racconta il proprio amore per Napoleone: “senza la cui campagna d’Egitto e la conseguente scoperta della stele di rosetta, staremmo ancora a chiederci dove mettere la mortadella!“. Una piramide di applausi per lei.

 

“Ehi, guardate! La mia cartella Bingo…”

vittoria-bingo-tombola

Qui sono arrivate davvero centinaia di frasi. Le cartelle Bingo degli utenti di Gioco Digitale, a quanto pare, fanno di tutto: saltano, ballano, scoppiano, muoiono, piangono, fanno il caffè. Quella di asia856 “ha tutti i numeri meno quelli che escono”. Cambiare cartella?

Doctorfabio è uno che la prende scientificamente: “la mia cartella Bingo è stata selezionata accuratamente, basandomi su logaritmi, congiunzioni astrali e incroci perfetti delle date importanti nella storia della mia intera famiglia. Sono proprio contento, pur nella consapevolezza che anche la più attenta pianificazione non potrà mai sostituire una bella botta di…“, e qui stranamente questo gigantesco papiro di saggezza s’interrompe.

Molto più ermetica la cartella di garel, la quale “sta prendendo polvere”.

Quella di goldrake45sembra un misto fra una cartella esattoriale di Equitalia e il calendario mistico dei Maya“. Terrificante.

Ma il vincitore morale è tazzastyle, la cui cartella: “è come un semaforo… Verde, gialla, rossa… E lì ci si ferma proprio“. La tristezza e la letteratura spesso vanno a braccio.

 

E poi?

Finita qui? Nient’affatto: Bingo d’Artista va avanti ancora altri 7 giorni, con altrettante tracce originali targate Gioco Digitale. Saranno in grado di portare i bingatori a toccare le più alte cime della letteratura o ci getteranno nei più luridi bassifondi del trash nostrano? Lo sapremo presto…