Come si chiamano le Starting Hand del Poker Texas Hold’em?

cover-articolo-poker-2

Sia che siate amatori o professionisti, se per più di una volta vi siete trovati al tavolo verde potreste aver sentito qualcuno esclamare frasi come: “I ganci non reggono mai!” o “Ogni volta che trovo i Cowboys qualcuno ha i Pini dall’altra parte del tavolo!

Nell’era dei social, dove i nickname spopolano in lungo e in largo, pensavate che le starting-hand del Texas Hold’em potessero esimersi dall’averne uno?

Vi sono mani che hanno ricevuto un appellativo per la loro storia, come ad esempio la celeberrima ‘Doyle’s Hand‘, ovvero 10 – 2, che permise alla leggenda Doyle Brunson di conquistare due Main Event consecutivi alle World Series Of Poker, nel 1976 e nel 1977.

Altre ancora hanno preso il nome da semplici giochi di parole, dalle iniziali associate a qualche celebrità nel mondo dello sport e dello spettacolo o molto più semplicemente dalla fantasia di chi si è preso la briga di inventarli. Curiosi di saperne di più? Andiamo insieme a scoprire quali sono i nomi delle dieci starting-hand più popolari tra i giocatori di Texas Hold’em.

A – A: ‘American Airlines’

Cominciamo con la mano preferita dalla quasi totalità dei giocatori, salvo gli aficionados alla propria data di nascita…Essendo la migliore starting hand del gioco non è difficile immaginare quanti diversi appellativi si siano susseguiti nel tempo. I più noti tuttavia sono solamente tre: ‘American Airlines’, ‘Bullets’ e ‘Pini’. Il motivo del primo è facilmente riconducibile alle iniziali della nota compagnia di volo statunitense mentre ‘Bullets’, ovvero ‘i proiettili’, fa riferimento alla capacità degli Assi di far male alle mani avversarie. E i pini? Beh, facile, basta osservare la forma del segno presente sulla carta…

 

K – K: ‘Ace Magnets’

Procedendo in ordine di valore troviamo la seconda miglior starting hand del Texas Hold’em. Croce e delizia per migliaia di giocatori, ha assunto diversi soprannomi in virtù della sua vulnerabilità al cospetto degli Assi sebbene la sua forza sia indiscussa. Da qui infatti l’appellativo di ‘Ace Magnets’, letteralmente ‘Calamite per gli Assi’, al quale si aggingono i più noti ‘King Kong’ e ‘Cowboys’.

 

A – K: ‘Anna Kournikova’

Eccoci di fronte a una tra le mani più amate e odiate allo stesso tempo da qualsiasi giocatore di poker. Con A – K è molto facile veder finire in mezzo al tavolo montagne di chip, eppure le delusioni sono proprio dietro l’angolo. Bella ma poco vincente, proprio come la celebre tennista Anna Kournikova da cui appunto prende il nome. Per le stesse ragioni viene chiamata anche ‘Big Slick’ in riferimento alla possibilità di fare una grossa ‘scivolata’ e perdere, di conseguenza, tanti soldi.

 

K – Q: ‘The Marriage’

Re e regina assieme: in una parola ‘Il Matrimonio’. Quale miglior appellativo per questa mano, specialmente quando entrambe le carte sono dello stesso seme. Unione che si trasforma in ‘Matrimonio Misto’ laddove i semi siano diversi tra loro.

 

J – J: ‘The Hooks’

La forma delle lettere è un indizio più che lampante circa il motivo per cui viene chiamata ‘The Hooks’, che tradotto nella nostra lingua singnifica, per l’appunto, ‘I Ganci’.

 

9 – 9: ‘German Virgins’

Cosa vi direbbe una ragazza tedesca che rifiuta con un secco ‘no’ le vostre avance sessuali nella sua madrelingua? Probabilmente ‘Nein, Nein’, che suona in modo terribilmente simile al ‘Nine’ inglese, ovvero il numero Nove. Ecco svelato l’arcano.

 

4 – 4: ‘Magnum Colt’

Anche in questo caso l’assonanza con la celeberrima arma da fuoco va da sé: la 44 Magnum, ovvero la pistola più potente al mondo, è il modo più intuitivo per evocare questa coppietta.

 

10 – 2: ‘Doyle Brunson’

Come anticipato in apertura, eccoci di fronte alla ‘Doyle’s hand’, che nonostante la sua forza discutibile ha garantito due braccialetti al buon Texas Dolly. Una coincidenza certo, ma tanto basta per passare alla storia.

 

Q – 7: ‘Computer Hand’

Che cos’avrà mai di speciale una mano anonima come Q-7? Semplice, si tratta della mano che sta perfettamente in mezzo, in ordine di valore, tra le 169 combinazioni di carte disponibili. Per questo motivo viene chiamata la ‘Computer Hand’, ovvero l’esempio perfetto di una mano random generata da un computer.

 

9 – 5: ‘Dolly Parton’

Ricordate la celebre cantautrice americana di musica country Dolores Rebecca Parton, in arte ‘Dolly’? La sua comparsa nel film del 1980 ‘9 to 5‘ ha fatto in modo che questa mano venisse intitolata proprio a lei.

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons