I tipi di torneo nel Texas Hold’em

Per molti giocatori il torneo è la declinazione più divertente ed emozionante del poker. In effetti è impagabile la soddisfazione che dà il riuscire arrivare in fondo in mezzo a tanti iscritti con la giusta pazienza e con i fold corretti.

Ma quanti tipi di torneo esistono? Quali sono i più popolari? Cerchiamo di fare un po’ di ordine… I tornei possono essere più o meno veloci, offrire stack più o meno profondi e inserire tante formule che cambiano significativamente il gioco. Ecco qualche esempio…

I satelliti

Tornei satellite poker

I cosiddetti “satelliti” nel poker sono quei tornei di qualificazione che permettono ai loro vincitori di poter giocare successivamente un evento più ricco o più importante. I satelliti esistono sia nelle poker room online che in quelle live. Con pochi spiccioli (o addirittura gratuitamente) è possibile magari qualificarsi a un importante domenicale oppure a un Main Event costoso attraverso un sat. Nei satelliti il momento più importante solitamente è quello della bolla, perché quando scoppia vengono assegnati i ticket (o i pacchetti) e il gioco si interrompe immediatamente. Non c’è bisogno per forza di conoscere un solo vincitore finale.

I tornei Turbo

tornei poker turbo

Siete amanti dei tornei veloci? Non vi piacciono i livelli troppo lunghi? Allora i tornei Turbo sono quelli che fanno per voi. In questi tornei l’azione è garantita perché si finisce più velocemente ai resti e si arriverà prima al tavolo finale. In questo modo la tecnica e le skills passano un po’ in secondo piano, ma non crediate che si riduca tutto alla fortuna: è importante anche conoscere i range di push quando gli stack sono ridotti rispetto ai bui. I professionisti questo lo sanno e per questo studiano le tabelle delle mani con cui giocare preflop.

I tornei con le taglie

tornei poker con taglie

Ecco un’altra formula che garantisce parecchia azione al tavolo. I tornei con le taglie vengono chiamati anche “tornei KO” e mettono in palio dei premi interessanti per chi elimina degli avversari. Ogni partecipante in pratica ha una taglia sulla propria testa che finisce nel conto del proprio killer. Nel momento dell’iscrizione al torneo viene specificato quanto finisce nel montepremi regolare e a quanto ammonta invece la taglia.

I tornei freezeout

Per i più nostalgici ci sono i tornei freezeout, ovvero quelli che non consentono di pagare rebuy o re-entry. Qualcuno ti elimina? Bene, la tua avventura è conclusa. Non ci sono seconde opportunità. In questo modo il costo di iscrizione è molto più chiaro e determinato. Non esistono giocatori avvantaggiati da un bankroll più generoso degli altri e il gioco si fa più serio, più regolare. Prima di andare all in ogni partecipante ci penserà bene…

I tornei shootout

tornei shootout poker

Passiamo a un format molto particolare che ricorda un po’ i classici Sit & Go. Possiamo in pratica definirla una variante come avviene per i Sit & Go Hero disponibili su Gioco Digitale.

Nei tornei shootout in pratica i giocatori vengono divisi in tavoli che vengono “rotti” solo quando resta un solo superstite per ogni tavolo. Si giocano praticamente tanti Sit & Go e ogni tavolo avrà un solo vincitore che passerà il turno. Il gioco procede in questo modo portando allo scoppio della bolla e in seguito al tavolo finale.

I tornei heads-up

Tornei poker heads up

Vi piacciono i testa-a-testa? Allora dovete provare i tornei di heads-up. Possiamo definirli di fatto come dei tornei shootout dove ci sono però solo due giocatori a ogni tavolo. Si può creare così un tabellone che ricorda le fasi eliminatorie delle coppe calcistiche. Si arriverà agli ottavi di finale, ai quarti, alle semifinali e infine alla finalissima. E’ considerata quasi una specialità a parte nel mondo del poker per le implicazioni di natura psicologica che si sviluppano durante una partita in heads up. Per emergere in questa tipologia di torneo è fondamentale avere il mindset giusto e non lasciarsi dominare psicologicamente dall’avversario

I freeroll

Questi sono forse i tornei più ricercati, sopratutto da chi si avvicina al gioco. La loro caratteristica non è tanto nella struttura del torneo in se, o magari nei termini delle eliminazioni, quanto nella possibilità di iscriversi gratuitamente a queste partite.

Il vantaggio è ovvio, non si rischiano parti del proprio bankroll e contemporaneamente si può comunque gareggiare per dei premi. Charamente nei freeroll l’importo delle vincite è più basso, e spesso vengono utilizzati come satelliti per i tornei maggiori, ma rimane lo stesso la grande appetibilità di un tipo di torneo a costo zero. Ovviamente emergere nei freeroll è comunque più difficile a causa dell’ampio field di partecipanti attirati dal buy in gratis di questi tornei. Sono però molto amati dai giocatori occasionali e su piattaforme come Gioco digitale si trova un calendario freeroll costantemente aggiornato ed interessante con tornei sempre pronti ad iniziare.

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons