Le cinque vincite più alte di sempre nei tornei di poker

La storia recente del poker live ha visto moltiplicarsi sulla scena internazionale i grandi tornei dai buy-in spropositati. E se il costo d’iscrizione aumenta, possono aumentare vertiginosamente anche i premi in palio!

Per questo gli equilibri mondiali del poker sono stati sballati per molti aspetti e così il mitico Main Event delle WSOP di Las Vegas ha dovuto far spazio anche ad altri eventi da record. In particolare il Big One for One Drop ha rubato la scena con i suoi premi plurimilionari.

La prima e la seconda vittoria più ricca di sempre sono arrivate infatti grazie al Big One. Dal canto suo il Main delle WSOP può consolarsi con 4/5 della top 15 delle singole vincite più ricche nella storia dei tornei di poker.

E l’online? Anche lì ultimamente girano somme da capogiro. Ma nella classifica dei primi premi si è arrivati solo a 2 milioni di dollari e spicci… Comprensibile, visto che una connessione poco sicura potrebbe anche mandare all’aria il torneo della vita in qualche fase cruciale. Comunque sia, ecco la top five delle vittorie nei live:

1 – Il primo Big One for One Dropantonio esfandiari one drop 2012

Durante le WSOP del 2012 andò in scena un epico torneo da 48 entries e 1.000.000$ di iscrizione. Antonio Esfandiari riuscì a mettere tutti in riga nell’occasione, incassando la fantasmagorica somma di 18.350.000$. L’ultimo ad arrendersi fu il britannico Sam Trickett. Memorabile è l’ultima mano in cui Esfandiari floppa tris con 7-5 e Trickett si gioca tutto in draw di colore. Precisiamo che Esfandiari non si è tenuto tutto il premio, avendo venduto diverse quote. Resta però la soddisfazione di aver scritto una pagina storica del gioco.

1st – Antonio Esfandiari (USA) – $18,346,673
2nd – Sam Trickett (UK) – $10,112,001
3rd – David Einhorn (USA) – $4,352,000

2 – Il rush di Dan Colman del 2014daniel colman one drop 2014

Passiamo a un giocatore che ha piazzato un rush memorabile nella storia del poker live. Parliamo di Dan Colman, vincitore del Big One del 2014 in mezzo a 42 entries. Nell’heads-up finale Colman ha battuto una leggenda vivente come Negreanu e ha impressionato poi la sua compostezza durante le foto di rito. Considerando che ha incassato più di 15 milioni, qualche sorriso in più poteva anche concederlo.

1st – Daniel Colman (USA) – $15,306,668
2nd – Daniel Negreanu (Canada) – $8,288,001
3rd – Christoph Vogelsang (Germania) – $4,480,001

3 – Il trionfo di Jamie Gold del 2006jamie gold world series of poker 2006

Finalmente troviamo il Main delle WSOP nella nostra speciale top five. Tutto merito di Jamie Gold che con quel cognome non poteva fare a meno di scrivere una pagina storica nel 2006, incassando il primo premio più ricco mai visto nel Main Event di Las Vegas, appunto: 12 milioni di dollari. Il runner-up Paul Wasicka si dovette accontentare praticamente della metà.

1st – Jamie Gold (USA) – $12,000,000
2nd – Paul Wasicka (USA) – $6,102,499
3rd – Mike Binger (USA) – $4,123,310

4 – Elton Tsang e il coach Kanit a Monte Carloelon tsang one drop extravaganza 2016

Nel 2016 nell’esclusiva location di Monte Carlo è andato in scena il One Drop Extravaganza con 26 entries ai tavoli e anche 2 rebuy, giusto per arrotondare un po’ il montepremi. A spuntarla è stato il cinese Eltson Tsang sul russo Gurtovy, ma c’è anche un po’ di Italia in questa vittoria. Il nostro Mustapha Kanit, infatti, è stato in pratica il coach di Tsang per l’occasione. Diciamo che ha fatto un buon lavoro!

1st – Elton Tsang (Cina) – €11,111,111
2nd – Anatoly Gurtovy (Russia) – €5,427,781
3rd – Rick Salomon – (USA) – €3,000,000

5 – I 10 milioni per Jacobson e Bonomojacobson world series of poker 2014

Il quinto posto della nostra top five è un pari merito: lo scandinavo Martin Jacobson e l’americano Justin Bomomo hanno incassato la stessa cifra in due occasioni distinte: 10 milioni di dollari tondi tondi. Jacobson per la precisione lo ha fatto laureandosi campione del mondo alle WSOP nel 2014.

Bonomo nell’estate del 2018 ha invece stupito il mondo battendo il tedesco Fedor Holz nel Big One for One Drop delle WSOP (in mezzo a 27 entries), vincendo così il suo secondo braccialetto di quella estate. Grazie allo “shippo”, Bonomo ha perfino superato un mostro sacro come Daniel Negreanu nella All Time Money List mondiale.

justin bonomo one drop 2018

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons