5 curiosità su Batman: il ‘Cavaliere Oscuro’ nasconde più segreti di tutti

Batmobile pronta, si parte. Anzi, si vola. Sì, perché in realtà il mezzo con cui si sposta Batman avrebbe dovuto volare: talvolta l’ha fatto, molto spesso invece è rimasto saldo a terra. Come mai? Questione di scelte.

Come quella che ne ‘Il Cavaliere Oscuro’ ha riguardato il personaggio di John Blake: interpretato da John Gordon Lewitt, questi ha molte, moltissime cose in comune con Dick Greyson (ossia Robin). Eppure, la spalla di Batman ha una storia ben lontana, praticamente ‘rimossa’ dallo stesso Nolan.

Insomma, ‘come ti cambia Batman’ potrebbe essere a tutti gli effetti oggetto di tesi di laurea: ma non è questo il caso. Son solo curiosità, aneddoti e particolari che arricchiscono di fascino e storia un personaggio così intenso, così vivo. Ancora oggi, a distanza di anni e film. E generazioni.

Il colpo finale, stando ai rumors di Hollywood, sarebbe addirittura Leo DiCaprio: l’unico, tra tutti gli attori di Inception, a non aver avuto un ruolo nella Trilogia. E l’unico, poi, ad esser stato considerato ‘perfetto’ per il ruolo dell’Enigmista. Peccato che quest’ultimo non sia comparso, mai in nessun film.

Questa, e non solo, tra le storie mai raccontate sulla saga di Batman più famosa. ‘Il Cavaliere Oscuro’ vi sembrerà più chiaro che mai…

cover-articolo-batman

#1 FIFA DA CAINE

Non ce la fece. La prima volta che Michael Caine vide Heath Ledger interpretare il Joker, dovette interrompere le riprese. Fu così impressionato dalla capacità dell’attore da dover fermare sé e tutta la macchina di Batman. C’è chi dice sia stata paura, chi invece soltanto mancanza di concentrazione. Fatto sta: la prima ‘vittima’ del grandissimo Heath, fu proprio Caine.

#2 ALLARME JOKER

Fu una campagna marketing, quella de ‘Il Cavaliere Oscuro’, che molti ricordano tra le più massicce e belle di sempre. Soprattutto, tanti video virali che portarono pian piano a scoprire il volto del Joker e del suo attore. In un cinema del Texas vollero emulare la stessa campagna: andò malissimo. Motivo? Lo fecero senza specificare: nessuno sapeva si trattasse di una semplice promozione di film. Da qui, psicosi generale e allarme bomba immediato. Il cinema fu evacuato per un pacco non identificato che conteneva le istruzioni per partecipare alla caccia al tesoro che avrebbe portato dal Joker.

#3 RECORD DI LAMENTELE

Nel 2008, addirittura il 42% delle lamentele fatte pervenire alla Warner Bros furono opera de ‘Il Cavaliere Oscuro’. Le motivazioni erano tra le più varie, ma soprattutto mezza America si sollevò contro il fatto che il film fosse accessibile ai bambini dai 12 anni in su. Considerate alcune scene, torto non ne avevano…

#4 MOTIVAZIONI D’AUTORE

Ognuno dei tre film di Nolan ha ripercorso una storia interiore del regista. E tante altre storie ‘prestate’ dai maghi cinematografici che hanno influenzato la visione e il pensiero del direttore dell’opera. Per ‘Il Cavaliere Oscuro’, ad esempio, Nolan riprese ‘Heat’ e ‘Il Bacio della Pantera’, poi ‘Arancia Meccanica’ e anche ‘L’inferno dei vivi’. Fu preso ad ispirazione, poi, ‘A tale of two cities’ di Dickens per ‘Il Cavaliere Oscuro, il Ritorno’.

#5 JOKER’S JOURNAL

Ripensare al talento di Ledger stringe sempre il cuore. Ma è la dedizione al personaggio che lo rendeva unico, che lo estrapolava dal contesto del solito attore hollywoodiano. Heat, per preparare al meglio il ruolo del Joker, scrisse un diario del suo stesso personaggio: all’interno, tutti i pensieri che poteva avere un pazzo di tale livello. Impressionante.

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons 

  1. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikipedia