I 7 cocktail più bevuti al mondo

l cocktail assieme al caffè sono le bevande più diffuse e richieste all’interno dei lounge bar e dei locali di tutto il mondo. Il motivo del successo del consumo di queste bevande, tutte con una componente alcolica, è che sono indicate a quasi qualsiasi orario durante l’aperitivo, nel corso dell’happy hour o dopo cena e sono al centro dei momenti di svago e socializzazione che avvengono nei locali.

Scopriamo assieme la lista dei 7 cocktail più famosi e ordinati a livello mondiale, come sono nati, chi sono stati i loro inventori e quali sono gli ingredienti di base per la loro preparazione. Si tratta in sostanza dei cocktail più venduti nei cinque continenti in qualsiasi periodo dell’anno e che non dovrebbero mai mancare nel menu di qualsiasi lounge bar degno di questo nome.

Mojito

mojito
[1]
Il mojito è uno dei cocktail più freschi e conosciuti al mondo e i suoi ingredienti di base sono rum bianco, lime, zucchero di canna e menta.
Nato sulle spiagge di Cuba, il suo nome si fa risalire alla parola mojo, un condimento molto utilizzato per preparare i cibi marinati.
La creazione del mojto si fa risalire ad un pirata anglosassone Sir Francis Drake, che secondo i racconti popolari fu il primo a preparare un drink molto simile al mojto, utilizzando una spezia simile alla menta molto diffusa a Cuba chiamata hierba buena e un tipo di rum non invecchiato e di bassa qualità, chiamato aguardiente. Questo cocktail è stato reso celebre anche grazie agli apprezzamenti ricevuti da parte scrittore Hemingway, il quale era solito berlo in uno dei locali più conosciuti di Cuba “Bodegiuta del Medio”dove ha lasciato anche una famosa dedica su uno dei muri, ancora oggi presente.

Aperol Spritzaperol-spritz

L’Aperol Spritz è un drink caratterizzato da una bassa gradazione alcolica, il cui consumo è indicato soprattutto nel corso dell’aperitivo prima di pranzo o cena. Gli ingredienti di base per la sua preparazione sono il prosecco, l’aperol e una spruzzatina di soda o un tocco d’acqua tonica. Il suo colore è tra il rosso e l’arancione.
La nascita dello Spritz, risale all’esercito austriaco di stanza nel Triveneto durante il periodo imperiale, alla ricerca di un modo per stemperare i vini locali, generalmente molto più forti rispetto a quelli ai quali erano abituati.

Martini

martini
[2]
II martini è un celebre cocktail da consumare prima della cena a base di gin e vermut bianco, solitamente servito guarnito con un oliva.
Le varianti di questo cocktail sono tantissime e le sue origini sono alquanto incerte: c’è chi sostiene che sia nato da una variante del Martinez, un drink creato in America nel 1862 e chi invece sostiene che il suo nome derivi invece dal barista italiano che per primo nel 1912 ha ideato questa bevanda, per farla provare niente di meno a Rockfeller.
Il cocktail, in seguito diventò ancora più famoso grazie al romanzo di Fleming “Casino Royal”, dove il protagonista principale l’agente 007 James Bond lo ordina al bar nella sua variante Vesper.

Caipirinhacaipirinha

Questo celebre cocktail nasce in Brasile e la sua è una lunga storia, che risale al 1532, quando inizia la colonizzazione del Paese da parte del Portogallo. L’antenato della caipirinha, era una bevanda chiamata garapa, che veniva data agli schiavi e ai braccianti, come bevanda ricostituente e come medicinale per curare l’influenza. Di colore verde oro, questo cocktail nel 2006 è stato eletto dal governo brasiliano bevanda nazionale. Nonostante, l’ingrediente principale di base, la cachaca, un distillato ottenuto dalla lavorazione della canna da zucchero, sia considerato un prodotto dalla qualità molto scadente, questa bevanda è molto apprezzata dal popolo brasiliano. Oltre alla cachaca, gli altri ingredienti della caipirinha sono il lime, lo zucchero di canna e il lime.

Cosmopolitan

cosmopolitan
[3]
Il Cosmopolitan è un cocktail internazionale a base di vodka e fa parte della famiglia dei long drink Cape Codder. Questa bevanda alcolica divenne per la prima volta celebre anche tra le star di Hollywood nel 1998, grazie ad una fotografia della cantante pop Madonna. Ad accrescere la popolarità del drink ha contribuito anche la nota serie televisiva Sex and the City, dove il Cosmopolitan appare in molte scene, come bevanda preferita delle protagoniste della serie.

Negroni

negroni
[4]
Il Negroni, è uno dei cocktail più diffusi al mondo e negli ultimi anni da drink da consumare durante l’aperitivo sta diventando molto richiesto come cocktail after-dinner.
Gli ingredienti alla base della preparazione di questa famosa bevanda sono il gin, il Campari e il vermut rosso miscelati all’interno del bicchiere in parti uguali.
La creazione del Negroni, ha origini tutte italiane e risale al 1920 quando il conte Camillo Negroni, da cui il cocktail ha ereditato anche il nome, assiduo frequentatore del Caffè Casoni di Firenze suggerisce al giovane barista Fosco Scarselli, una variante più corposa e maggiormente alcolica dell’Americano, drink a base di bitter rosso e vermut. Per variare l’aperitivo il conte suggerì di aggiungere un po’ di gin e un goccio di soda, come aveva visto fare al Londra, nel corso di uno dei suoi innumerevoli viaggi.
Da questa intuizione, nacque uno dei cocktail più apprezzati e consumati in tutto il mondo e la ricetta originale e rimasta intatta negli anni.

Sazerac

sazerac
[5]
Questo cocktail, originariamente a base di cognac e assenzio nasce nei bar di New Orleans intorno al 1850. Il suo nome deriva proprio dalla marca di cognac con cui si era soliti prepararlo. Nel corso dei primi anni del ‘900, la ricetta originale di questo cocktail, amato in tutta la Louisiana viene variata per motivi logistici e legali: il cognac, che è l’ingrediente di base non risulta più reperibile e quindi si decide di sostituirlo con il whisky e anche l’originaria spruzzata di assenzio, liquore la cui vendita venne vietata nel 1912 in tutti gli Stati Uniti, fu sostituito con un altro liquore simile a base di erbe.
Oggi il Sazerac è conosciuto soprattutto per la sua variante preparata con il whisky, anche se soprattutto in Louisiana, dove questo cocktail è molto diffuso, ci sono alcuni puristi che ne richiedono la variante originale a base di cognac.

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons 

  1. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikipedia da Vodopivez
  2. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Flickr da THOR
  3. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Flickr da Ralph Daily
  4. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Flickr da Geoff Peters
  5. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Bevvy da Will Shenton