I cinque orologi più costosi al mondo!

Avete presente l’adagio popolare “il tempo è denaro”?

Beh, mai come in questo caso risulta essere vero. Ad esser precisi non è proprio il tempo in sé l’oggetto in questione nella nostra Top Five di quest’oggi, bensì lo strumento col quale si misura.

Parleremo infatti di orologi, ma non quelli a cui siamo abituati ad avere a che fare quotidianamente, ma di alcuni modelli davvero off-limits.

Se pensate che il Rolex da 40.000 sfoggiato dal CEO della vostra azienda possa essere il non plus ultra in fatto di orologi da polso vi sbagliate di grosso. A confronto di quelli che passeremo in rassegna equivarrebbe a mettere una accanto all’altra una Lamborghini Diablo e una Fiat Panda… E ora andiamo a soprire quali sono i cinque orologi più costosi al mondo!

Louis Moinet Meteoris – 4,6 milioni di dollari

Per quanto il prezzo sia decisamente folle, non si tratta di un pezzo unico. Esistono infatti quattro esemplari di questo orologio da polso della collezione ‘Meteoris’, ciascuno del valore di 4,6 milioni di dollari. La vera particolarità non risiede tanto nella cassa in oro a 18 carati o nell’estrema precisione del cronometraggio nonostante le possibili oscillazioni causate dalla gravità, ma nella presenza di un frammento di meteorite marziana, precisamente il Jiddat al Harasis 479, caduto sul nostro pianeta e rivenduto a circa 1.000 dollari al grammo! La maniacalità nel dettaglio con la quale è stato realizzato è propria della casa svizzera Louis Moinet, che da anni è specializzata nella realizzazione di orologi di fascia alta, tutti prodotti seguendo la scuola dell’alta ingegneria meccanica.

Hublot Big Bang – 5 milioni di dollari

La Hublot, casa produttrice svizzera, è molto rinomata per i suoi orologi da polso che spopolano tra le star del cinema e dello spettacolo. I modelli variano dai 5.000 $ in su, ma in questo caso la cifra tende a salire notevolmente vista la presenza di 1280 diamanti da almeno 3 carati ciascuno che rivestono completamente quel che a tutti gli effetti è un vero gioiello. Acquistato dalla cantante Beyoncé alla modica cifra di 5 milioni di dollari, è sicuramente tra i modelli più lussuosi mai prodotti da Hublot. Ogni singolo diamante, proveniente da diverse parti del globo, è stato tagliato da un rinomato gioielliere newyorkese, altro dettaglio che contribuisce a renderlo unico nel suo genere oltre a farne lievitare, come se ve ne fosse il bisogno, ulteriormente il prezzo.

Patek Philippe – Henry Graves – Pocket Watch – 11 milioni di dollari

patek-philippe
[1]
In un articolo della BBC viene definito ‘l’orologio fatto a mano più complicato della storia’. Prodotto nel lontano 1932, quando ancora la tecnologia degli orologi poteva definirsi superiore a quella, ad esempio, delle automobili, è stato per anni il modello più costoso al mondo. La sua casa di produzione con sede a Ginevra, lo realizzò appositamente per il suo futuro proprietario, il banchiere Henry Graves, da cui appunto prende il nome. Si tratta di un orologio da tasca in oro a 18 carati con 24 diverse funzioni, che ha necessitato di ben 5 anni di lavoro per venire alla luce. Tra le sue particolarità c’è quella di mostrare il cielo stellato così come appare dal Central Park di New York, mappare correttamente lo spazio e la magnitudine delle stelle oltre ad avere una mappa celeste rotante ultra dettagliata. Fu venduto nel corso di un’asta tenutasi nel 1999 alla cifra, questa si ‘astronomica’, di 11 milioni di dollari.

Chopard 201 – 25 milioni di dollari

A prima vista si fa quasi fatica a capire che si tratti di un vero e proprio orologio, tante sono le pietre preziose che lo circondano o meglio, quasi lo soffocano. Realizzato in oro bianco, oro giallo e 3 tipi diversi di diamante (uno rosa a 15 carati, uno blu da 12 e un terzo bianco da 11) oltre a tanti altri piccoli diamanti per un totale di 163 carati, che sommati ai precedenti danno origine al numero 201, da cui prende il nome. Si tratta di una chicca da 25 milioni di dollari.

Breguet Grande Complication Marie-Antoniette – 30 milioni di dollari

Se i suddetti 874 diamanti rari non sono stati sufficienti a soddisfare le vostre fantasie allora non resta che passare al numero uno per eccellenza…si tratta, al momento, dell’orologio più costoso del pianeta. Commissionato da un amante, o presunto tale, della regina Maria Antonietta nel 1782 al mastro orologiaio Abraham-Louis Breguet, ci mise addirittura 45 anni prima di venire alla luce. Il progetto, venne ultimato dal figlio subito dopo la rivoluzione francese vista la scomparsa, quattro anni prima, del padre Abraham, che sfortunatamente non vide terminato mai il suo capolavoro. Inutile dire che si tratti di una vera e propria opera d’arte, come testimoniato anche dal suo prezzo: 30 milioni di dollari.

 

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons

  1. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikimedia da Rama