Le 5 pietre preziose più costose al mondo.

Sin dall’antichità le pietre preziose sono state adoperate dai potenti di ogni angolo della terra come simbolo evidente della loro ricchezza e del loro prestigio.

Il loro significato simbolico è molto forte e il più delle volte va al di là del semplice valore economico.

In alcune culture , alle gemme preziose venivano addirittura associati poteri magici e venivano indossate come dei veri e propri portafortuna per allontanare la cattiva sorte.

cover-articolo-pietre

Oggi giorno, pur venendo meno gran parte delle loro originarie virtù misteriose, la storia e il significato delle gemme continua a calamitare l’attenzione di tantissime persone per la loro bellezza e il loro valore inestimabile.

Ciò che contribuisce a rendere le pietre preziose così esclusive e affascinanti è soprattutto la loro rarità e il complesso processo di lavorazione a cui sono sottoposte, i cristalli con cui vengono prodotte le gemme impiegano milioni di anni per formarsi nella roccia e solo una piccola parte riesce a venire estratta.

La difficoltà e l’eccezionalità del processo di reperimento è uno dei fattori più importanti nel determinare il valore di una gemma.

Le atre caratteristiche che concorrono a rendere ogni pietra unica nella sua specie sono la brillantezza, le dimensioni e il taglio.

In natura esistono alcune pietre preziose dal valore così elevato da essere appannaggio solo degli uomini più ricchi del pianeta.

Il loro costo economico a volte è così esorbitante da non poter essere sostenuto nemmeno da chi conduce una vita di lussi e sfarzi.

Per farci un’idea del loro valore, che vi lascerà di sicuro a bocca aperta, stileremo una piccola classifica delle 5 pietre preziose più costose al mondo.

Pink Star

pink-star
[1]
Il primo posto spetta a Pink Star, nota anche con il nome di Steinmetz Pink, si tratta di un diamante rosa scoperto ed estratto in un giacimento del Sud Africa nel 1999.

La pietra da 59,60 carati, ha la grandezza di una prugna e rappresenta il diamante colorato più grande scoperto sino a questo momento.

Il mese scorso la pietra più scintillante e costosa dell’universo, capace di incantare chiunque e far impallidire anche re e sultani, ha finalmente potuto vedere la luce, dopo essere stata messa all’asta per la seconda volta dalla casa britannica Sotheby’s  ad Hong Kong.

L’esclusiva gemma è stata venduta nel giro di 5 minuti alla cifra di 71,2 milioni di dollari. In realtà, già nel 2013, Pink Star era stata battuta all’asta per una cifra ancora maggiore corrispondente a 83 milioni di dollari.

Il misterioso compratore, forse un tantino impetuoso nel lanciare la sua offerta, si è dovuto tirare indietro non riuscendo a pagare l’ingente cifra.

Painite

[2]
Il secondo posto della classifica spetta alla Painite, un minerale borato molto raro scoperto in Birmania nel 1956.

Questa gemma, che per lungo tempo ha mantenuto il primato di materiale più raro del mondo, ha ereditato i suo nome dal suo scopritore, l’inglese Arthur Charles Davy Pain.

Il valore monetario di questa gemma cristallina di colore rosso intenso si aggira intorno ai 50.000-60.000 dollari a carato.

Musgravite

musgravite
[3]
Al terzo posto, troviamo la Musgravite, una meravigliosa gemma anch’essa molto rara rinvenuta in Australia nel 1967, il cui valore economico si aggira intorno ai 35.000 dollari a carato.

Fino al 2005 nel mondo esistevano solamente 8 esemplari di questa rara gemma, di recente invece sono stati trovati degli esemplari anche nei paesi freddi dell’Antartide e della Groenlandia.

Giadeite

[4]
Il quarto posto della classifica spetta alla Giadeite avente in media un valore di 20.000 dollari a carato, poiché gli esemplari più puri  possono arrivare a raggiungere anche il milione di dollari a carato.

Negli anni ’90 Christie’s, la casa d’aste più antica al mondo, ha battuto all’asta una meravigliosa collana composta da questa luccicante pietra verde a 10 milioni di dollari.

Alessandrite

alessandrite
[5]
Al quinto posto della classifica delle pietre più costose del mondo troviamo l’Alessandrite, avente un valore di 12.000 dollari a carato. Il singolare colore cangiante di questa pietra, verde di giorno e rossa di notte, la rende ancora più affascinante.

L’Alessandrite è stata scoperta per la prima volta nel 1830 sui monti Urali, in Russia e ha costituito per anni la colonna portante dell’industria dei gioielli russa. Oggi, purtroppo l’ originaria fonte russa è del tutto esaurita anche se di recente singolari esemplari di questa gemma sono stati scoperti nello Sri Lanka, in Brasile e in Africa.

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons

  1. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikipedia da Diamondhistorygirl
  2. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Mindat da Rob Lavinsky
  3. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikimedia da DonGuennie
  4. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Shutterstone
  5. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikimedia