Le 6 rivalità tennistiche più belle di sempre

Le ore spese davanti alla tv ormai hanno raggiunto picchi incredibili, ma per il talento non sei disposto a fare un’eccezione: ecco cos’è il tennis, uno spettacolo perpetuo che mette davanti uomini o donne, atleti, coi propri caratteri e punti di forza. Certo, l’era in cui viviamo è qualcosa d’incredibile: a cavallo tra il primo e secondo decennio del ventunesimo secolo, la crescita dei tennisti è stata incredibile e continuerà ad essere tale.

Ma tornerà però un certo tipo di talento? I lacrimoni per l’addio di Federer sono già pronti: in tutto il mondo, lo svizzero ha portato un gioco differente, figlio di tanto talento e tanto allenamento. Che da lì non si scappa, e lo sanno bene le sorelle Williams: sono loro ad aver innalzato la qualità della parte femminile di questo sport. Sono loro ad essersi divise vittorie, inni, celebrazioni. E sono loro, ancora, a fare la differenza nonostante acciacchi, età e gravidanze.

Insomma, le storie che abbiamo vissuto sono sul viale del tramonto. Ma non per questo ne soffriremo maledettamente la mancanza: i ragazzi in arrivo, giurano gli addetti ai lavori, hanno perfezionato tecnica e potenza. E formeranno un domani più macchinoso e meno fantasioso. Ecco, forse questo è ciò che ci manca già: la poesia del tennis. Roba che Borg mangiava a colazione, che faceva di McEnroe una meravigliosa mina vagante. Che sorprendeva anche con i muscoli di Nadal o l’intelligenza di Djokovic. Che t’incollava scambio dopo scambio, senza aver bisogno di trovare quel telecomando finito nel dimenticatoio dopo il primo set.

Quali sono state le rivalità tennistiche più belle di sempre? Bella domanda, sì. Però qui vogliamo dare risposte. E le vogliamo belle.

 

Sorelle Williamssorelle-williams

Negli Stati Uniti fanno a gara a chi le ama di più. Del resto, Venus e Serena, nate ad un anno di differenza, hanno stravolto il ruolo del tennis femminile: non solo negli USA. La più ‘anziana’, Venus, ha vinto sette tornei del Frande Slam; Serena però è stata di un’altra categoria: addirittura ventitré trofei nel singolare Grande Slam. Insieme hanno vinto più di 120 tornei in singolare, 4 di doppio misto e sono state numero uno per oltre 300 settimane. Pazzesche.

Tra loro, però, la rivalità era forte: si sono affrontate per 26 volte, di queste 9 in una finale dello Slam, diventando la seconda coppia più volte vista in una finale di singolare. Serena, chiaramente, ha il miglior record: 15-11. Ma non finisce qui…

 

Borg – McEnroe
BORG-MCENROE-

Li chiamavano ‘Fuoco’ e ‘Ghiaccio’, rispettivamente all’anagrafe risultavano però John McEnroe e Björn Borg. Oh, oltre la loro storia personale – ne parliamo qui -, in campo erano poli opposti ma ugualmente talentuosi. Tra i migliori di sempre, per molti. La rivalità, però, era tremenda: durante gli anni in cui si sono affrontati, i match che li contrapponevano sono stati ben 14 in soli 4 anni (tra il ’78 e il 1981). Risultato? Sette contro sette. Fuoco e ghiaccio, ribelle irascibile e glaciale senza apparenti sentimenti. Forse non la migliore qualitativamente, ma di sicuro la più esaltante.

 

Federer – NadalFEDERER-NADAL-

2005-2009, è la loro storia. E se vi dicessimo che son passati già dieci anni? Tranquilli, se vi sentite ormai avanti con l’età sappiate che siete in buona compagnia. Ma quella tra Roger Federer e Rafael Nadal è una rivalità che va raccontata. 2005-2009, dicevamo: sono gli unici due uomini della storia del tennis ad aver finito sei stagioni ai primi due posti delle classifiche. Le statistiche rendono il tutto ancora più impressionante, però il merito è tutto di Roger (primo assoluto per un record i 237 settimane dal 2004 al 2008) e di Rafa (secondo per 160 settimane prima di superarlo nell’agosto del 2008).

I due campioni si sono affrontati per 38 volte, addirittura: a vincere è stato spesso lo spagnolo, che detiene un record di 23-15 contro lo svizzero. Ventitré volte, il loro incontro, valeva un titolo; nove di queste decideva un Grande Slam.

 

Evert – NavratilovaEVERT-NAVRATILOVA-

Questa è storia: tenetevi forte. Benvenuti nel racconto della più grande rivalità dello sport femminile in assoluto: Navratilova contro Evert, un incontro che si è svolto la bellezza di ottanta(!) volte. Il record? 43 incontri a 37, in vantaggio la tennista d’origine cecoslovacca ma naturalizzata statunitense. Ecco, degli USA proprio come la Evert: e i giornali, manco a dirlo, ci andavano a nozze.

Ottanta match, storie mai più ripetute: a cavallo tra gli anni ’70 e gli anni ’80, queste due tenniste monopolizzavano l’attenzione di tutti gli appassionati, soprattutto se si trattava di un Grande Slam. A proposito: nelle maggiori quattro competizioni, le due si affrontarono 22 volte, con 14-8 come risultato a favore della Navratilova. Di queste 22 partite, 14 sono state le finali e dieci le vittorie della cecoslovacca. Non proprio a doppio senso, no.

 

Djokovic – NadalDJOKOVIC-NADAL-

Forse la più bella, di sicuro la più sottovalutata. Novak Djokovic e Rafa Nadal approfittarono di un leggero calo di forma di Federer per darsela di santa ragione: i due si sono affrontati per ben 50 volte dal 2006 ad oggi, e hanno un record di 26-24 a favore tel tennista serbo. Strano, vero? Non proprio: dal 2011, Novak è ripartito alla grandissima, complice anche il calo dello spagnolo è riuscito a batterlo per ben 19 volte contro le 8 vittorie di Nadal. Nelle sette finali di Grande Slam tra i due, però, lo score porta il vantaggio dello madrileno: 4-3 e giochi ancora in discussione.

 

Agassi – Sampras
AGASSI-SAMPRAS-

Dulcis in fundo: negli anni Novanta, la legge di Pete Sampras vide André Agassi frapporsi senza pietà. Altro giro, altri talenti: la loro, però, è una rivalità diversa. Entrambi diventati numeri uno al mondo (Sampras molto più a lungo), i due tennisti hanno vinto tutto quello che si poteva vincere. E anche qui, come per Borg e McEnroe, la loro faida si alimentava dalla diversità del loro carattere

In totale, i match tra loro sono stati 34: dal 1989 al 2002, vince Sampras per 20-14. No, Pete non lasciava neanche le briciole. Soprattutto se si parla di Grande Slam: con Agassi 5 finali, 4 vinte. Tremendo.

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons