Le invenzioni dei film mai realizzate

Quante volte, guardando una pellicola, ci siamo appassionati alla storia fino a immedesimarci negli protagonisti delle vicende narrate, ma, quante volte, forse ancora di più, abbiamo desiderato che qualche particolare invenzione fosse esistita realmente in modo tale che potesse facilitarci la vita o, meglio, potesse renderci “cool” fino all’inverosimile?

Andiamo perciò a vedere quali sono le invenzioni migliori proposte nei film che, almeno per ora, non sono state mai realizzate.

La “classica” Macchina del Tempomacchina-del-tempo

Senza rifarci a un film specifico, l’oggetto che più di tutti abbiamo desiderato che fosse reale, è senza dubbio una Macchina del Tempo: di qualsiasi tipologia o aspetto, l’abbiamo desiderata e basta, senza essere troppo schizzinosi rispetto all’estetica, per andare in giro nei secoli. Chi di noi non ha mai desiderato possedere un oggetto del genere per andare indietro nel passato a incontrare i nostri idoli, personaggi storici, o per vedere “semplicemente” come andava la vita nel Rinascimento? Oppure, chi non ha mai pensato di andare avanti nel futuro, anche di molti secoli, per accertarsi di come sia andato lo sviluppo dell’umanità e per vedere quali meraviglie ci riservano i secoli a venire?

L’hoverboard di “Ritorno al Futuro”

hoverboard
[1]
Forse l’oggetto che renderebbe qualsiasi persona la più “cool” della galassia intera: l’hoverboard di “Ritorno al Futuro” è un mezzo di trasporto che tutti abbiamo desiderato per volare da un luogo all’altro con estrema rapidità. Oggi esistono degli hoverboard, di recentissima invenzione, che non hanno nulla a che vedere con il leggendario attrezzo adoperato da Marty McFly: sono infatti delle tavole con ruote parallele su cui muoversi spostando semplicemente il peso del corpo. Che lo sviluppo tecnologico degli anni futuri riesca a sfornare un hoverboard simile in tutto e per tutto a quello della trilogia cinematografica?

Lo “Sparaflash” di Men In Black

Quante volte abbiamo parlato a sproposito oppure abbiamo fatto qualcosa di cui non andiamo per niente fieri e abbiamo desiderato ardentemente cancellare quel momento? Beh, se vi ricordate bene, nella trilogia di Men In Black, c’era un oggetto in dotazione degli “uomini in nero” che veniva utilizzato con frequenze e avrebbe senza dubbio fatto al caso nostro: si trattava dello “Sparaflash”. Questo simpatico arnese simile a un flash di una macchina fotografica, se direzionato e usato verso un qualsiasi essere umano, era in grado di cancellare la memoria della “vittima” e, in più, era dato di pulsanti tramite i quali si poteva persino scegliere il lasso di tempo da eliminare dalla mente del malcapitato, non solo giorni, ma anche mesi e, addirittura, anni.

“L’Anello del Potere” di Lanterna Verde

anello-lanterna-verde
[2]
Forse questo è l’oggetto che tutti hanno desiderato almeno una volta nella vita, semplicemente perché può fare qualsiasi cosa e l’unico limite de “L’Anello del Potere” di Lanterna Verde è la nostra stessa immaginazione. Questo anello fantascientifico era in grado di praticamente tutto: proteggere il suo portatore, dargli la capacità di volare, tenerlo al sicuro durante la traversata di luoghi inospitali e, in aggiunta a tutto ciò, era anche una sorta di super-computer visto che poteva parlare, dare informazioni meglio di qualsiasi enciclopedia, tradurre ogni lingua dell’universo e tanto altro ancora. Peccato che non sia in commercio, avrebbe fatto sicuramente comodo!

La bussola di Jack Sparrow de “I Pirati dei Caraibi”

Per finire la nostra rassegna, come non citare un oggetto particolarmente strano e, per certi versi, anche romantico come la bussola che utilizzava Jack Sparrow nei film della serie de “I Pirati dei Caraibi”? Una strumento che, per molte volte nel corso delle varie pellicole, è stato motivo di scherno per il pirata protagonista perché non indicava il nord come tutte le bussole del mondo: quello che molti non sapevano, e che forse molti non ricorderanno, è che la piccola, ma enorme, differenza che distingueva quello strumento rispetto a tutti gli altri del pianeta risiedeva nel fatto che, appunto, non indicava un luogo geografico, ma mostrava la direzione verso la quale si trovava la cosa più desiderata dal suo possessore.

 

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons

  1. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikimedia da LoveBoat
  2. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Flickr da The Conmunity – Pop Culture Geek