I 5 labirinti con giardino più suggestivi d’Italia

Il labirinto, da sempre è uno dei simboli più intricati e carichi di mistero di tutta l’umanità. Presente in numerose culture, il labirinto è dotato di un fascino inestricabile e metaforicamente, rappresenta il desiderio della mente umana di perdersi per poi riuscire coraggiosamente a ritrovare se stessi.

Il mito del labirinto, è presente in quasi tutte le culture e religioni, da quella greca a quella cinese. Nella cultura greca il labirinto rappresenta una prigione dalla quale è pressoché impossibile uscire. La leggenda più famosa e conosciuta al riguardo, è sicuramente quella del leggendario labirinto di Cnosso: si narra che  fu fatto costruire dal re Minosse, sull’isola di Creta, per imprigionarvi il Minotauro, mostro metà uomo e metà toro.
La leggenda racconta dell’eroe ateniese Teseo, che con la complicità di Arianna, figlia di Minosse, riesce ad uccidere il Minotauro e a trovare la via d’uscita dal labirinto, grazie ad un gomitolo datogli dalla fanciulla.

Nel Medioevo, invece il labirinto era associato al percorso che il fedele doveva compiere come iter tortuoso e pieno di ostacoli, era quindi una sorta di pellegrinaggio obbligato verso la salvezza dell’anima.

Anche nella mondo orientale, soprattutto nella filosofia buddhista, il labirinto rappresenta una sorta di viaggio iniziatico attraverso il quale ottenere una preziosa crescita interiore.

Nella cultura cinese, invece il labirinto è visto come simbolo di difesa contro il male e originariamente queste costruzioni presentavano tutte strade curve, perché si pensava che il drago del male, riuscisse a camminare solo su strade dritte.

Dopo aver descritto brevemente quali sono i principali simboli e i significati  associati ad un luogo ricco di fascino come il labirinto, compiamo un viaggio alla scoperta dei labirinti botanici più belli d’Italia. Questi splendidi labirinti con giardino, sono luoghi in cui poter trascorrere una piacevole giornata all’insegna del divertimento e del gioco assieme agli amici e tornare per qualche ora un po’ bambini.
I labirinti green, che vi proponiamo in questa lista, sono tra i più suggestivi d’Italia e vi offrono la possibilità di stare a contatto con la natura e con il verde e perdervi tra il profumo di fiori e piante di straordinaria bellezza.

Labirinto di Villa Pisani, Venezia

labirinto-villa-pisani

[1]Villa Pisani, costruita nel 1721 è famosa proprio per il suo affascinante labirinto di siepi di bosso, la cui bellezza è stata decantata anche dal poeta Gabriele D’Annunzio. Questo labirinto, è conosciuto anche per il gioco che nel passato, si svolgeva al suo interno tra una dama e un cavaliere. La dama, si copriva il volto e attendeva sulla torre posta al centro del labirinto l’arrivo del cavaliere. Una volta arrivato, la dama finalmente rivelava la sua identità, che era sempre una sorpresa e suscitava il divertimento del pubblico che assisteva come spettatore.

Labirinto della Masone di Fontanellato, Parma

Nella città di Parma, troviamo il labirinto verde più grande del mondo. Costruito per volontà del mecenate Franco Maria Ricci, questo intricato percorso è stato ultimato da poco ed è lungo ben 3 km su una superficie di 300 mq. Al suo interno possiamo trovare bellissime canne di bambù provenienti dalla Liguria e dalla Francia. Il labirinto della Masone, si inserisce in un progetto più ampio dedicato all’arte in cui poter trascorrere una giornata insolita, alla scoperta delle opere d’arte in quello che è un vero e proprio parco giochi intellettuale.

Labirinto di Villa Garzoni, Collodi 

labirinto-collodi

[2]Villa Garzoni si trova in provincia di Pistoia ed è stata disegnata dall’architetto Romano Garzoni, grande appassionato di botanica. Al suo interno si nasconde un grazioso labirinto che collega la villa al giardino, di gusto squisitamente barocco.

Labirinto di Castello di San Pelagio, Padova

[3]
Il Castello di San Pelagio è una villa costruita nel corso del Settecento e si trova a Padova. Al sui interno racchiusi tra scrigni di mura possiamo trovare due labirinti: quello del Minotauro e quello degli specchi. Se volete rivivere il mito di Arianna e Teseo, vi consigliamo assolutamente di visitare il labirinto del Minotauro, al cui interno potrete trovare tutti i personaggi protagonisti della leggenda: Arianna e il suo gomitolo, il Minotauro posto al centro del percorso e Teseo, posto su una nave.
Il labirinto degli specchi è invece un labirinto univiario senza vicoli ciechi.

Labirinto e Castello  di Donna Fugata, Ragusa

castello-donna-fugata
[4]
Il labirinto di Donna Fugata si trova a Ragusa, è interamente costruito in pietra e costituisce una delle opere architettoniche più suggestive di tutta la provincia siciliana.
Il castello è un mix tra vari elementi architettonici e artistici: la villa rispecchia lo stile del duecentesco, le decorazioni invece si rifanno allo stile settecentesco con alcune influenze gotico-veneziane. Il castello, è circondato da un grande parco dove si possono trovare alcuni passatempi, che avevano la funzione di intrattenere e divertire gli ospiti, come il suggestivo labirinto in pietra che possiamo trovare al suo interno, costruito con la tecnica del muretto a secco, un tipo di costruzione molto diffusa in tutta la città siciliana.

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons

  1. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Panoramio da “fabio lisi”
  2. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Flickr da “Sonietta46”
  3. Questa immagine è stata originariamente pubblicata da “Threecharlie
  4. Questa immagine è stata originariamente pubblicata da Okkiproject