Che fine fanno le valigie dopo il check-in?

Avete mai pensato a cosa succede alle vostre valigie dopo che avete fatto il check-in? Come in un backstage di un film, potrete scoprire che fine fanno i vostri bagagli una volta arrivati in aeroporto pronti a partire per una vacanza e dopo averli affidati al personale di bordo. L’aeroporto è un vero e proprio microcosmo in cui tutte le attività si svolgono in maniera frenetica. Le valigie compiono un lunghissimo viaggio prima di tornare nelle mani del proprietario.

cover-valigie

Un video mostra le sorti dei vostri bagagli

Sul web gira un video realizzato da un ragazzo olandese curioso di scoprire le sorti del suo trolley. Ha posizionato una telecamera sulla parte superiore e ha viaggiato virtualmente insieme al bagaglio, scoprendo delle cose impensabili. La clip dura due minuti ed è stata girata nell’aeroporto di Schilpol di Amsterdam. Si tratta del quinto aeroporto europeo per numero di passeggeri, 55 milioni di persone all’anno dirette verso 300 destinazioni. Ha un sistema di trasporto bagagli all’avanguardia (ci sono sei robot che li caricano), molto di più rispetto a quelli del mondo intero. Le valigie salgono sui nastri trasportatori, vagoni con binari, rulli e percorrono delle montagne russe che li portano a destinazione. L’esperimento ha permesso di vedere il tragitto del bagaglio: l’impressione è quella di stare su un’autostrada di valigie, tra uscite ed immissioni. Ci saranno cambi di rotta, incontri con altri bagagli, tra scanner, nastri, pedane e bracci meccanici. Ovviamente non in tutti gli aeroporti succede la stessa cosa. Moltissimi commenti al video sono proprio di persone che hanno assistito al percorso dei loro bagagli e affermano che nei Paesi Bassi, ad esempio, il processo è automatizzato. Un addetto bagagli di una compagnia aerea ha asserito che molto spesso non si usa delicatezza per spostare un bagaglio da una parte all’altra. Si lanciano soprattutto se si tratta di bagagli a mano. Ecco perché è preferibile sempre scegliere un trolley rigido con le ruote, robusto e compatto allo stesso tempo, molto facile da maneggiare. Inoltre bisognerebbe non riempire troppo il proprio bagaglio, non per forza dobbiamo portare con noi il mondo se stiamo via per poco tempo. Potrebbe rompersi facilmente, le maniglie potrebbero non reggere il peso.

Perché spesso si perde la propria valigia?valigie-1

Il timore più frequente per i passeggeri è quello che il proprio bagaglio venga smarrito dalla compagnia. L’incubo che rovinerebbe l’intero viaggio in un solo secondo. Purtroppo per molti questo si materializza spesso: secondo la SITA, la compagnia specializzata nelle comunicazioni e nel settore aerotrasporti, nel 2014 le compagnie aeree avrebbero perso 22 milioni di valigie. Questo accade per varie ragioni:

1. Si arriva tardi in aeroporto

Quindi la causa sarebbero i viaggiatori stessi che arrivano in aeroporto in un orario troppo vicino a quello di check in (circa 30 minuti prima). La valigia potrebbe non riuscire a passare i controlli di sicurezza, perché molte compagnie aeree imbarcano le persone prima che il controllo dei bagagli sia terminato.

2. Le valigie sono troppo pesantivaligie-2

Spesso capita che i bagagli troppo pesanti vengano imbarcati sul volo successivo al nostro. Questo accade perché non si rispettano i limiti di dimensioni e di peso o perché l’aereo è troppo piccolo. Quindi l’errore potrebbe essere imputato ai passeggeri o alle compagnie di volo.

3. Si è costretti a cambiare volo

Ci possono essere dei problemi tecnici o legati al meteo che costringono a far cambiare volo. Succede spesso che il passeggero si imbarchi su un volo diverso, ma la valigia non lo segue. Questo capita perché nel caos generale, ci sono delle dimenticanze. L’unica cosa possibile da fare è assicurarsi di avere una etichetta abbastanza grande dove vengano riportate le informazioni personali: nome, cognome e indirizzo con numero di cellulare.

4. Il volo è gestito da più compagnie aeree

Spesso un unico volo viene gestito da più agenzie. Questo accade quando si arriva in un grande aeroporto e si vuole andare in un paese molto più piccolo.

 

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons