Inesplorate e bellissime: isole in giro per il mondo

Avete mai avuto il desiderio di volare su un’isola deserta e poco conosciuta? Se siete amanti dell’avventura, dei luoghi poco battuti, del buon cibo, di viaggi bellissimi e di gente nuova, allora sarete curiosi di scoprire dove potrete andare in vacanza prossimamente, isole inesplorate:

Isole Auckland

isole-auckland
[1]
Sono nel Pacifico, a 500 km a sud della Nuova Zelanda. Sono disabitate, ma pare vi siano tracce di insediamenti risalenti al 13° secolo. Si estende su una superficie di 510 km quadrati ed è lunga 42 km. Ha una costa frastagliata e un terreno montuoso. Con molta probabilità è stata scoperta per la prima volta da popolazioni polinesiane. Nel 1806 il cacciatore di balene Abraham Bristow riscoprì le isole, già deserte, e le battezzò “Lord Auckland’s” in onore di una mica del padre, primo barone. Si possono ammirare delle piante erbacee rarissime, leoni marini, pinguini dall’occhio giallo e molti altri uccelli.

Mu Ko Ang Thong

mu-ko-ang-thong
[2]
Situato nella provincia di Suratthani nel sud della Thailandia e un parco marino formato da 42 isole. Il parco si estende su una superficie di 102 km quadrati di cui solo 18 composti da terra ferma. Montagne calcaree occupano lo spazio maggiore e hanno un’altezza che va dai 10 ai 500 metri sul livello del mare.  Il parco marino poco distante di Ang Thong, che significa “ciotola d’oro”, offre la possibilità di immergersi in un paradiso naturale incontaminato. Si può entrare in diretto contatto con una flora ed una fauna molto particolare. La maggior parte delle isole, 42 in tutto, che formano l’arcipelago, sono una vicino all’altra fino a formare un panorama mozzafiato. Il parco nazionale marino è una zona protetta famosa per le sue bellezze naturali. Tutte le isole sono disabitate tranne una, quella più grande, Ko Paluay.

Piramide di Ball

piramide-ball
[3]
È il faraglione più alto al mondo (562 m) e si trova a sud est di Lord Howe nell’oceano Pacifico. Fu scalata per la prima volta sono le 1965. È il peck di un antico vulcano, la cui calciare si formò circa 7 milioni di anni fa. L’isola, completamente deserta, è alta 562 metri e si trova al largo dell’isola di Lord Howe. La piramide di Ball fu scoperta dal tenente britannico Henry Lidgbird Ball che sopra l’isola. Fu una sola persona a salirci per la prima volta: il geologo australiano Henry Wilkinson. Nel 1964 un avventuriero tentò la scalata, ma fallì. Solo nel 1979  un certo Smith riuscì ad arrivare in cima e a mettere la bandiera del Nuovo Galles del Sud.

Isola del Cocco

isola-cocco
[4]
Si trova a 300 miglia al largo della Costa Rica. È un’isola interamente coperta da vegetazione, i turisti infatti sono ammessi solo a riva, è per lo più disabitata. Immersa nell’Oceano Pacifico è considerata un Parco Nazionale, di origine vulcanica. È l’unica isola emersa della placca di Cocos (da cui prende il nome). Nel 1526 un esploratore Spagnolo scoprì l’isola. Per dimensione, isolamento e tanto di conservazione costituisce uno dei siti naturali privilegiati a livello mondiale. Può essere annoverata tra i laboratori naturali, ambiente ideale per compiere ricerche sull’evoluzione della specie e il monitoraggio dell’ambiente a largo raggio. L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, Scienza e Cultura (UNESCO) nel 1997, la dichiarò Patrimonio Naturale dell’Umanità. Inoltre nel 2002 il governo della costa Rica ha dichiarato l’Isola del Cocco come Patrimonio Storico Architettonico della Costa Rica. L’isola è frastagliata e ricoperta da una flora sempreverde che copre 2.400 ettari.

Isole Mamanuca

monuriki
[5]
Monuriki è un’isola deserta, un set perfetto che ha fatto da sfondo al film Cast Away, con Tom Hanks. Grazie a questa pellicola le isole Mamanuca hanno acquistato grande successo e oggi sono una destinazione popolare delle Fiji. Sono 20 isole, piccole, appartenenti all’arcipelago delle Isole Fiji, situate poco a ovest dell’isola più grande, Viti Levu. Ci sono circa 20 resort di lusso che accolgono turisti da tutto il mondo che hanno il desiderio di perdersi nella natura incontaminata. Sabbia bianchissima, mare pulitissimo, palme, foreste tropicali e una barriera corallina spettacolare.  Il punto di arrivo è Nadi, dove è situato l’aeroporto internazionale e la marina. Le isole Matamanoa e di Malolo sono il luogo perfetto per chi cerca tranquillità e relax assoluto.

 

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons 

  1. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikimedia
  2. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Panoramio da 
  3. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikimedia da Fanny Schertzer
  4. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Flickr da Jon Rawlinson
  5. Questa immagine è stata originariamente pubblicata su Wikimedia da KhufuOsiris