Le migliori cioccolaterie italiane

Le cioccolaterie migliori si trovano in Italia. Molto amato dai nostri connazionali, il cioccolato ha da sempre avuto un rapporto stretto con il nostro Paese, fin dal suo sbarco in Europa. Non si sa a chi attribuirne il merito, molto probabilmente alla principessa Caterina d’Austria, figlia di Filippo II di Spagna e moglie di Carlo Emanuele I di Savoia. Dapprima era un prodotto solo per le corti e per i nobili, insomma per pochi eletti. Torino fu la prima città ad ospitare il prodotto in una bottega specializzata che lo vendeva accanto al caffè. La svolta si ebbe intorno al 1800 quando vennero abbattuti i costi di produzione e si rese accessibile a tutti.

cover-cioccolato

Scopriamo insieme, attraverso un viaggio virtuale, le cioccolaterie più belle e buone d’Italia:

Guido Gobino (Torino)

Nel 1964 Giuseppe Gobino diventa responsabile della produzione di una piccola fabbrica di cioccolato e di caramelle, in via Cagliari. Insieme al figlio Guido, inizia a specializzarsi sempre di più nel settore del cacao e della sua lavorazione, valorizzando dei cioccolatini legati alla tradizione. Nasce così il “Laboratorio artigianale del Giandujotto”. Anno dopo anno il cognome diventa famoso e subito si associa al prodotto squisito che produce. Nel corso dei Giochi Olimpici Invernali del 2006 Guido ottiene addirittura la qualifica di “Ambasciatore di Torino”. La bottega per la famiglia è un luogo sacro, nel quale gli appassionati possono degustare diverse creazioni. Il fulcro della bottega sono le sale degustazione, una interna aperta al pubblico e una “Estrema” che si può visitare solo su prenotazione. Qui si affronta un percorso speciale che si basa sulle percezioni uditive, visive, tattili e ovviamente del gusto.

Peratoner (Pordenone)

Giuseppe Faggiotto si appassionò al cioccolato nel 1974. Lo curò, lo studiò, lo assaggiò, apprese trucchi e segreti dell’ars dei grandi Maitres ed iniziò a creare praline, tavolette, sculture con passione e dedizione. L’arredamento della cioccolateria in via Vittorio Emanuele è di fine Ottocento, il bancone in stile viennese ospita centinaia di pasticcini e mignon. Una vetrina di quattro metri contiene specialità di tutti i tipi. Molto caratteristica la fontana alta un metro e 80 con in cui circolano di continuo 35 kg di cioccolato fondente.

Nuovo negozio Agliana (Pistoia)

Roberto Catinari ha fatto della qualità il suo stile di vita. Ha da sempre lavorato per conferire al cioccolato un gusto ancor più speciale, personalizzato. La sua storia è iniziata a Bardalone, un piccolo borgo tra le montagne di Pistoia. Lui aveva 17 anni e decise di lasciare il paese per andare in Svizzera. Trova lavoro in una pasticceria (lui ammette sempre di essere goloso e di non aver perso l’amore per il cioccolato nemmeno dopo 50 anni di un rapporto strettissimo). Nel 1974 decise di tornare in Toscana e aprire un suo laboratorio, prima a Bardalone e poi ad Agliana. Iniziò a lavorare il cacao come nessuno aveva ancora mai provato a fare, divertendosi e appassionandosi giorno dopo giorno. 110 tipi diversi di praline, giuanduiotti, marzapane al caffè sono solo alcune delle sue specialità. Adesso ha una decina di dipendenti e produce 17 tonnellate di cioccolato all’anno (di cui 2 prodotte partendo dalle fave). È diventato ancor più famoso e conosciuto grazie alle uova di cioccolato, vere opere d’arte, frutto di un lavoro manuale di precisione e di abilità estrema.

L’Antica dolceria Bonajuto (Sicilia)

La famiglia Bonajuto vanta sei generazioni di artigiani dolciari, con oltre 150 anni di esperienza. La Dolceria è la più antica fabbrica di cioccolato siciliana ancora in attività e tra le più antiche di tutto il Paese. Il cioccolato si produce a modica dal 1880. È cambiato poco da quanto l’antico processo di lavorazione del cacao a freddo si diffuse in Europa attraverso i “conquistadores”. Tra le particolarità: il xocoàtl, una bevanda amara molto pregiata ricavata dal frutto del cacao da consumare con l’aggiunta di spezie. Ha una consistenza spumosa, caratteristica che gli europei in un primo momento non hanno apprezzato. Gli spagnoli l’hanno resa più appetibile aggiungendo un pò di zucchero: inizia a prender forma il cioccolato moderno. 500 anni dopo la scoperta dell’America il cioccolato a Modica è considerato oro nero: l’artefice è la famiglia Bonajiuto.

Il cioccolato è un prodotto che non passa mai di moda e che va bene in tutti i periodi dell’anno, per tutte le occasioni: piacere personale, regalo di compleanno, di Natale.. ec. È bello conoscere i luoghi dove viene prodotto in modo impeccabile e dove recarsi per poter gustare delle prelibatezze.

 

 

Tutte le foto utilizzate sono con licenza Creative Commons